Patatine (e grassi) danno dipendenza: attivano nel cervello endocannabinoidi e la voglia di altro cibo

Alcuni cibi grassi scatenano nel cervello una reazione che assomiglia molto a quella indotta da alcune droghe, al punto da favorire vere e proprie forme di dipendenza. Questo spiega perché molte persone non riescono a resistere alle patatine fritte o ad altri alimenti che razionalmente si vorrebbero evitare.

La scoperta, lungi dal voler rappresentare un alibi per chi si abbuffa, potrebbe essere utile per progettare nuovi farmaci e adottare nuove strategie antiobesità. Questo almeno pensano i ricercatori dell’Università della California di Irvine e dell’Istituto italiano di Tecnologie di Genova, guidati da Daniele Piomelli, che hanno pubblicato i risultati su Pnas.

Via ilfattoalimentare.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: