Probiotici, in Europa ognuno fa come gli pare – Alimenti per la salute – Sicurezza Alimentare

A pochi giorni dall’entrata in vigore del reg. 432/2012, che contiene la lista dei 222 messaggi sulle proprietà nutrizionali o salutistiche utilizzabili in Europa dai produttori alimentari, ancora un aspetto irrisolto balza all’occhio: la questione dei probiotici.EFSA non solo non ha mai riconosciuto il termine, che effettivamente ha un valore “suggestivo” ma privo di fondamento pro-immunitario sarebbe più sensato, ad esempio; ma ha pure bocciato tutte le richieste in tal senso, con scontri e accuse anche da parte delle aziende che hanno ricevuto parere negativo. Danone, Yakult, Valio, oltre a Merck Healthcare e altri ancora. EFSA inoltre, per bocca del presidente del panel NDA che si occupa appunto della valutazione delle indicazioni nutrizionali e sulla salute ha detto che forse un giorno si darà parere positivo, alla luce dell’evidenza scientifica sufficiente; ma oggi è ancora presto ed è improbabile che nel giro di un anno si arrivi a qualche dato significativo.

viaProbiotici, in Europa ognuno fa come gli pare – Alimenti per la salute – Sicurezza Alimentare.

Europass | Rassegna Stampa | Omega 3, stop alla pubblicità sulle proprietà nutritive

A protezione dei consumatori, la commissione parlamentare per l’Ambiente e la salute pubblica ha rifiutato la richiesta, avanzata dai produttori di alimenti per neonati, di aggiungere l’indicazione sulla salute che rivendicherebbe l’effetto benefico dell’assunzione di certi Omega 3 per la vista dei bambini.

viaEuropass