La spesa consegnata a domicilio? È più “green” di quella fatta al supermercato

Negli Stati Uniti (ma sempre più anche in Europa e nei Paesi più sviluppati) crescono le ordinazioni della  spesa on-line, che viene portata a domicilio invece di dover andare direttamente al supermercato. Ora una nuova ricerca, finanziata dall’Oregon department of transportation e pubblicata sul Journal of the Transportation Research Forum, dimostra che è anche molto più ecologico di lasciare l’auto parcheggiata e optare per la consegna di generi alimentari  direttamente a casa tua.

La spesa consegnata a domicilio? È più “green” di quella fatta al supermercato.

Annunci

Rimini: I produttori agricoli domenica in p.za Cavour: lavorare su binomio con turismo

Quella di domenica rappresenterà unopportunità anche per i consumatori che potranno toccare con mano i vantaggi della filiera corta: prezzi contenuti e prodotti locali deccellenza. E Rimini proprio sulla promozione di questi potrebbe fare di più. Puntando magari, dicono le associazioni, sul binomio col turismo che invece ancora non sta dando i risultati che altre località hanno invece ottenuto. In questo caso le mancanze toccano tutti gli attori in causa

viaRimini: I produttori agricoli domenica in p.za Cavour: lavorare su binomio con turismo.

La CIA di Pisa lancia un portale per il baratto agricolo

Cia Pisa: “Il baratto per vincere la crisi”

Un portale lanciato dalla Confederazione Italiana Agricoltori pisana funzionerà come una vera e propria “banca” – Da Pisanotizie

94160fe35ffcc58628511e90d07f716d

Nasce in provincia di Pisa la Banca del Baratto. Il progetto è stato lanciato dalla Confederazione Italiana Agricoltori pisana diretta da Stefano Berti e presieduta da Francesca Cupelli.

“Si tratta di un portale che nasce come ‘banca del baratto’ del mondo agricolo ma che come tutte le banche sarà aperta a tutti per tutto l’anno – spiega Berti – In tempo di crisi questa sarà un’opportunità in più per i contadini di permettersi qualche stravizio. Un esempio? Pensiamo all’azienda che ha una certa quantità di vino invenduto e che lo segnala al portale in cambio di un soggiorno di una settimana di mare in Sicilia o Sardegna o sulle Dolomiti: l’agricoltore, in quel caso, potrebbe fare quelle vacanze che non si può permettere a causa della crisi che sta divorando il mondo agricolo”.

“Questo sistema, inoltre – approfondisce Berti – sarà un veicolo per aumentare gli scambi, le esperienze, le sinergie tra aziende e per avvicinare nuovi cittadini al mondo dei campi dando una mano concreta al decollo della filiera corta: quest‘ultima uno strumento che, nonostante tutto, non riesce a conquistare pienamente il ruolo che potenzialmente può avere”.

Il baratto è frutto della crisi? “Certo – conclude Berti – e nel mondo agricolo, davvero, vista la situazione, potrà servire anche per piazzare il prodotto invenduto e facilmente deteriorabile”.

Quando apre la nuova banca? “Prima di Natale – dice il presidente della Cia Francesca Cupelli – Vediamo intanto il consuntivo di questa settimana del baratto nei B&B. I prossimi giorni passeremo alla fase operativa per creare il portale. Il progetto è pronto,  e anche le figure che seguiranno quest’iniziativa già ci sono. Un impegno importante sarà la campagna di sensibilizzazione”.

Mense modello premiate da Italia a Tavola. Scelgono biologico, filiera corta e commercio equo | Il Fatto Alimentare

Durante il convegno Italia a Tavola svoltosi a Roma il 25 ottobre, il Movimento difesa del cittadino  ha premiato due “esempi virtuosi” nel campo della ristorazione collettiva.

via| Il Fatto Alimentare.